Assistenza:371.3886638

4 luglio Usa: i consigli di American Crunch per il menu

4 luglio Usa: i consigli di American Crunch per il menu
Giugno 17, 2019 Staff
4 luglio usa

4 luglio Usa: 3 parole che unite si traducono nell’Independence Day, una delle feste americane più sentite dal popolo statunitense. Un giorno importante che ha il fine di commemorare firma ed adozione della Dichiarazione d’Indipendenza dalla Gran Bretagna avvenuta proprio il 4 luglio del lontano 1776.

Una giornata di grande orgoglio, ma anche di divertimento, che i cittadini americani amano trascorrere insieme ad amici e parenti. Come sempre, ovviamente, non possono però rinunciare alla buona cucina nazionale: al parco, nel proprio giardino o in casa, ogni occasione è infatti buona per festeggiare davanti al tipico american food.

Il menu del 4 luglio USA è fortemente caratterizzato dalle tradizioni radicate negli anni: barbecue, aromi, salse e dolci golosissimi. Noi di American Crunch oggi vogliamo raccontarvi cosa vede e prova un cittadino americano al pranzo del giorno dell’Indipendenza.

4 luglio USA: tra menu e tradizione

Le tradizioni legate alla Festa dell’Indipendenza giungono da molto lontano. È infatti dal 1800 che negli States esiste l’usanza di festeggiare con i propri cari davanti a parate e sfilate, in città cosparse di bandiere a stelle e strisce. Feste rumorose che accompagnano il 4 luglio USA fino a tarda serata, quando i cittadini americani assistono tutti insieme allo spettacolo dei fuochi d’artificio. I classici luoghi di ritrovo per bere una birra e mangiare in compagnia si dividono tra picnic, parco e il giardino di casa davanti a un rovente barbecue, quando cioè si consuma il vero protagonista della giornata: il pranzo.  Qui a farla da padrona è, ovviamente, la carne alla griglia, ma non solo. Non possono infatti mancare ali di pollo fritte, anelli di cipolla e classici stuzzichini come tortillas e patatine fritte accompagnate dalle mitiche salse. Per tutti coloro che vogliono stare più leggeri, è possibile cucinare della carne di vitello accompagnata, come vuole la tradizione, da salmone, piselli, uova, patate e frittata di mele.

Barbecue: il vero protagonista del 4 luglio USA

In questa giornata di divertimento e spensieratezza, dunque, la tradizione americana riconosce come suo vero protagonista il barbecue. La maggior parte delle famiglie americane sceglie il picnic per trascorrere il 4 luglio insieme ad amici. Milioni e milioni di cittadini invadono infatti prati, parchi e spiagge per gustare numerose tipologie di carne: tagli sottili e spessi come bistecche e costolette sottoposti a processi di affumicatura e marinatura. Non possono, ovviamente, mancare anche le mitiche salse made in USA che la cucina mondiale invidia. Cuocere la carne sul barbecue è, però, un’arte che tutti i capifamiglia devono rigorosamente conoscere, soprattutto quando il pane si apre per contenere i re di questo importante momento collettivo: hot dog e hamburger.

Festeggiare il 4 luglio con hamburger e hot dog

Non c’è dubbio, qualsiasi americano alla domanda su quali siano le pietanze preferite da consumare in compagnia nel giorno dell’Indipendenza, risponderebbe così: “hot dog e hamburger”! Non esiste barbecue senza di loro. La tradizione statunitense racconta che questi due alimenti si siano imposti nell’immaginario culinario collettivo in seguito alla mescolanza di diverse culture nel continente americano.

Hot dog: quale salsa scegliere?

Preparare gli hot dog è semplicissimo: una volta grigliato, il celebre wurstel viene inserito nella tipica forma di pane allungata. È qui che poi la bontà della carne incontra il vostro gusto soggettivo: quale salsa abbinare? Molti utilizzano una senape profumata, magari allungata con del miele, mentre altri puntano decisi su ketchup o maionese. L’utilizzo della salsa non è infatti da sottovalutare, in quanto permette di insaporire il pane avvolgendo delicatamente il palato.

Hamburger: lo sposo perfetto della piastra

Tutti, osservando i film americani, almeno una volta ci siamo imbattuti in una scena incentrata sul 4 luglio. Se avete fatto attenzione, avrete notato come spesso un protagonista abbia in mano un succulento hamburger. Il consiglio che vi vogliamo dare, quando volete replicarli in casa vostra, è quello di scegliere un macinato freschissimo ma compatto: la carne è importante che si mantenga tenera e succosa. Insaporitela prima con sale, pepe e le spezie che preferite, ma ricordate di non eccedere con la cottura: la buona norma dice 4 minuti al massimo per lato. Il vero momento magico e fantasioso inizierà con l’apertura del bun, il tipico panino da hamburger: cosa inserite? Gli americani ai barbecue lo amano anche liscio, ma il classico burger generalmente viene accompagnato da insalata, pomodoro e cheddar. Magari rischiando con le cipolle…

4 Luglio USA: i dolci perfetti per l’Indipendence Day

Il celebre pranzo del 4 luglio negli Usa non può terminare senza il dolce. Gli americani, come noi, ne vanno matti. Non solo, infatti, sono bellissimi da vedere, ma anche buonissimi, tanto che ormai sono molte le ricette che amiamo replicare nelle nostre case. Tre tipologie di dessert che non possono sicuramente mancare il 4 luglio sono:

Brownies: i tipici dolci quadrati cotti al forno, morbidi all’interno ma contraddistinti da una deliziosa crosticina fuori. Sono il dolce perfetto per tutti gli amanti passionali del cioccolato. Semplicissimi da preparare, possono essere accompagnati da topping, panna montata e burro d’arachidi.

Cheesecake: la famosissima torta fredda, composta da una base di biscotti sbriciolati e una crema al formaggio dolce. Il giorno dell’Indipendenza viene generalmente guarnita con frutti di bosco per ricreare i colori della bandiera americana in superficie.

American Pie: la classica torta di mele della nonna. Fondamentali nella sua preparazione sono cannella, burro e farina, che ricreano quel tipico strato aromatizzato inconfondibile. È possibile servirla calda o, visto il periodo dell’anno, con qualche pallina di gelato. Fa sempre la sua bella figura.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

L’estate è nemica del Cioccolato!

American Crunch declina ogni responsabilità sullo stato di arrivo dei prodotti contenenti cioccolato.