fbpx

Hamburger, barbecue e sole: tre elementi immancabili che, assemblati nel periodo estivo, ci conducono a sensazioni fantastiche. L’hamburger, infatti, rappresenta un vero e proprio mito negli USA, soprattutto quando cucinato in un barbecue, ossia uno tra i momenti di condivisione più diffusi in estate.

Questo fantastico panino, assaporato in compagnia, permette di fondere il piacere di mangiare con quello di stare insieme, magari in un parco o sulla spiaggia. Per questa ragione oggi vogliamo fornirvi dieci consigli su come cucinare l’hamburger perfetto da presentare ai vostri amici durante il prossimo barbecue: buona lettura e buon appetito!

Hamburger e barbecue: un must americano

Hamburger e barbecue rappresentano, insieme a salse e condimenti, il mix perfetto in grado di coniugare buona cucina e tradizione. Negli USA, infatti, non esiste barbecue senza questo succulento panino. Gli americani sono per questa ragione esperti per quello che riguarda aspetti come:
– ingredienti
– qualità della carne
– temperatura di cottura
– tipi di condimenti

barbecue panino

Ricetta degli hamburger: regole da non violare

Mai violare alcune regole nelle ricette degli hamburger. Nonostante negli ultimi anni alcune modalità di realizzazione dei panini siano cambiate, esistono comunque assiomi indiscussi come la base, composta da: carne di manzo, lattuga, pomodoro e formaggio cheddar. La carne deve essere sempre di alta qualità, trovando il giusto equilibrio nel taglio e nella macinazione. Esistono numerose varianti di hamburger, ma è meglio non esagerare con ingredienti e soprattutto con il numero delle salse che rischiano di andare a coprire eccessivamente il gusto della carne.

Come fare gli hamburger ad un barbecue: 10 consigli per il panino perfetto

La ricetta del connubio hamburger barbecue è insomma sacra. Spesso bastano piccoli accorgimenti per migliorare il vostro panino o, in negativo, per rovinarlo. Ecco quindi 10 pratici consigli per ottenere un hamburger perfetto.

  1. La misura ideale

    L’hamburger ideale deve pesare tra i 180g e i 220g. Risulta infatti molto importante non esagerare con le dimensioni, in questo il rischio è quello che sia eccessivo al momento del morso. Un buon hamburger non dovrebbe fuoriuscire eccessivamente dal panino che lo avvolge, fondendosi al meglio con gli ingredienti che lo circondano.

  2. Quale taglio scegliere

    Nulla deve essere mai lasciato al caso, nemmeno la tipologia di taglio. La carne deve essere, quando possibile ovviamente, tritata e sminuzzata al coltello, e non macinata con elettrodomestici. Senza trascurare la quantità di grasso, collocata più o meno al 25%.

  3. Non schiacciate la carne

    Quando la carne è sul barbecue bisogna cercare di maneggiarla il meno possibile. È assolutamente vietato schiacciarla, in quanto il rischio è quello di farle perdere tutti i suoi succhi rendendola eccessivamente secca.

  4. Girarla si può

    Molti luoghi comuni sostengono che sia corretto girare un hamburger durante la cottura solo una volta. Girarlo costantemente favorisce invece una cottura interna più veloce, mantenendo la temperatura uniforme.

  5. Non sottovalutate il pane!

    Il pane, in un hamburger, è fondamentale. Permette infatti di assemblare al meglio carne e gli ingredienti, ma soprattutto è il primo prodotto che incontra la nostra bocca. Deve essere morbido e compatto: non si deve sbriciolare, ed è fondamentale che assorba il condimento, evitando che sgoccioli. Prima di farcirlo, mi raccomando, tostatelo.

  6. Un grande protagonista: il formaggio

    Il cheddar deve sciogliersi bene in maniera tale da fondersi completamente alla carne per esaltarne il sapore. È possibile adagiarlo quando ancora la carne è sulla piastra, oppure coprendo questa con un coperchio. Se si tratta di un cheeseburger, mi raccomando, abbondate o utilizzate più tipologie.

  7. La lattuga deve essere croccante

    La lattuga non deve essere posta in posizione casuale, ma sotto alla carne, in maniera tale che possa raccoglierne tutti i succhi. Per evitare che si sfaldi, consigliamo di scegliere una qualità fresca e croccante, con foglie di dimensioni non superiori al pane.

  8. I pomodori carnosi

    Il pomodoro deve essere posizionato in cima all’hamburger. Sceglietelo carnoso e polposo, in maniera tale che non copra il sapore della carne, prendendo le fette centrali più sode.

  9. Cipolle e cetriolini

    Non sono obbligatori, ma conferiscono una sensazione particolare al vostro panino. È sempre meglio non eccedere, per evitare che sovrastino il gusto della carne. Per questa ragione tagliate la cipolla in maniera sottile, senza dimenticare di passarla in acqua freddissima. Scolate bene anche i cetriolini!

  10. Salse o non salse? Non è un problema

    La scelta della salsa è sempre un aspetto soggettivo. Negli States quelle più classiche sono considerate ketchup e salsa barbecue, ma nessuno vi vieta di utilizzare senape e maionese! L’importante è sempre non eccedere per evitare di sovrastare il gusto.

    come fare hamburger