fbpx

Reese’s: un gustoso sempreverde

Morbido e succulento cioccolato che raccoglie e custodisce al proprio interno un goloso e magnanimo cuore di burro di arachidi, in un mix di sapori che ormai da anni delizia il palati di milioni e milioni di americani e non solo. Questo, unito a moto altro, è tutto ciò che disegna i gustosi tratti delle merendine Reese’s e Hershey’s, pensate e commercializzate per la prima volta da Harry Burnett Reese.

Tutto sullo snack n.1 in USA

Non una compagnia qualsiasi immersa nell’enorme mercato dei dolciumi statunitensi, ma un vero e proprio colosso che annualmente addolcisce i palati di milioni di americani, un colosso collocato al primo posto di questa sfiziosa griglia di partenza. Prestigioso riconoscimento che, a sua volta, è stato ulteriormente impreziosito dall’inserimento di questo autentico luminare della dolce arte nella tanto esclusiva quanto prestigiosa cerchia della Candy Hall of Fame.

La storia delle Reese’s

Ma da dove proviene questo successo? Dalla testardaggine del fondatore, anzitutto, la cui encomiabile determinazione lo condusse a cambiare vita provando a progettare uno snack rinchiuso dentro il seminterrato di casa propria. Quando, dopo averle gustate per la prima volta, i primi degustatori ebbero modo di apprezzarne a pieno l’incommensurabile bontà, le richieste subirono una impennata repentina, un aumento esponenziale delle vendite che portarono l’altro colosso dei dolciumi americani, la Hershey Company (compagnia per la quale Reese ha lavorato per gran parte della propria vita), a prelevare ed inglobare al proprio interno la società precedentemente fondata da Reese per immettere in commercio le tazze al burro di arachidi.

Tuttora, questi dolciumi sono riposte in confezioni da 2, 4, 5,10 o 20 pezzi, in una confezione di colore arancio. A cavallo degli anni ’70 ed ’80, un celeberrimo spot pubblicitario valorizzò a pieno il prodotto. Questo spot vedeva due protagonisti, uno intento a mangiare burro di arachidi ed uno nel gustare una normale e monotona barretta di cioccolato. In uno scontro tra loro, i due hanno accidentalmente unito ciò che stavano mangiando, riscontrando un mix esclusivo che presto diventerà una degli snack cult made in USA.

1972, il primi spot delle Reese’s cups:

Le tipologie di Reese’s

Oltre alla ricetta originale, le Reese’s e Harshey’s sono presenti anche in altre edizioni limitate, le quali tuttavia si discostano solo parzialmente da quest’ultima, autentico fiore all’occhiello del marchio. Prima variante da menzionare è quella dedicata ad un gigante della musica purtroppo prematuramente scomparso: Elvis Presley. Questa variante, la cui preparazione ad oggi non è più disponibile, era composta essenzialmente da tre strati. Il primo, quello superficiale, composto da finissimo cioccolato al latte. Il secondo, quello centrale, era invece composto da una vellutata crema di banana, la quale a sua volta ricopriva l’immancabile ripieno di burro di arachidi.

Altra celeberrima variante è quella denominata “Miele arrostito“. Qui, l’innovazione lascia spazio alla tradizione più genuina, quella che fa della semplicità dei sapori il proprio biglietto da visita. Il burro di arachidi è infatti sostituito dal classico miele, un dolce ripieno adatto a palati fini ed esigenti.

Terza tipologia è quella contenente un altro sempreverde tipicamente americano, il marshmallow. Morbido e relativamente appiccicoso al tatto, ma dolce ed avvolgente al gusto, questo ingrediente, misto tra latte e panna, compone l’imbottitura di una delle versioni più riuscite del Reese’s e Hershey’s. In ultimo, ma non per importanza, tale brand dà molta importanza alle dimensioni, sia al rialzo che al ribasso. In altre parole, gli amanti del mini hanno la possibilità di dare sfogo ai propri languorini quotidiani con mini tazze. Se invece al mini si preferisce il maxi, niente paura. A correre in soccorso ai più golosi vi è infatti la linea “La più grande del mondo”, con snack che per peso arrivano fino alla misura record di otto once.

reeses-peanut-butter-chips

Reese’s dove comprarli

Oltre alle classiche tazze Reese’s con cioccolato al latte ripiene di burro d’arachidi, sul nostro e-commerce puoi trovare tante varianti che combinano magistralmente cioccolato e burro d’arachidi. Scopri i confettini di cioccolato e arachidi, Reese’s al cioccolato fondente, barretta, cereali cioccolato e burro d’arachidi per una prima colazione esplosiva, Reese’s al cioccolato bianco, cookies al cioccolato con gocce di burro d’arachidi, miniature o la più classica crema al burro d’arachidi.

reese s cioccolato fondente

Ultima curiosità sulle Reese’s

A confermare che si tratta di un successo venuto dal basso, vi è il fatto che Harry Burett Reese, fondatore di questo magnifico snack, non si sia mai arreso, neanche di fronte alle prime difficoltà. Come prima soltanto accennato, l’invenzione delle tazze al burro di arachidi Reese’s e Hershey’s non fu affatto immediato, ma il risultato di una vera e propria costante sperimentazione che, per forza di cose, condusse di tanto in tanto anche a fallimenti.

Uno di questi fu l’ideazione di snack al cioccolato con mandorle ed uvetta, le quali ebbero un successo senz’altro fallimentare. Un flop, questo, che costrinse Reese ad essere di nuovo assunto nell’azienda che prima aveva lasciato per intraprendere la carriera da “solista”, la Hershey. Una promozione come capo del reparto di spedizioni non lo soddisfò affatto, continuando al alimentare il lui una voglia di successo che culminerà finalmente con la nascita degli snack al burro di arachidi.