fbpx

Thanksgiving Day:
tutto quello che c’è da sapere sulla tradizionale festa americana

Il giorno del Ringraziamento, meglio conosciuto come Thanksgiving Day (ma anche come Turkey Day, giorno del Tacchino), è una delle ricorrenze più importanti degli Stati Uniti e viene celebrato ogni quarto giovedì del mese di novembre (22 novembre 2018). Si tratta di una festività cristiana antica, istituita nel 1600 per ringraziare Dio dei doni ricevuti durante l’anno. Anche se in Italia non viene celebrato, il Thanksgiving Day è molto apprezzato e conosciuto anche nel nostro paese, frutto di una popolarità dovuta alla televisione e ai social.

Dal Thanksgiving Day al Black Friday per dar il via alle festività natalizie

Il giorno del Ringraziamento rappresenta, per tutti gli americani, un giorno di festa importante sia dal punto di vista religioso sia pagano. Se da una parte celebra l’unione familiare e tutto ciò per cui ringraziare, dall’altra segna l’inizio ufficiale delle festività natalizie. Generalmente, il giorno successivo al Thanksgiving Day, cioè il quarto venerdì di novembre, si svolge infatti il famoso Black Friday, giornata di svendite e sconti pazzeschi in tutti i negozi americani (che si replica nei negozi online il lunedì successivo con il Cyber Monday). Questa data decreta così l’inizio ufficiale della corsa allo shopping di Natale.

Cibi e ricette della tradizione del Thanksgiving Day

É però a tavola che si consuma la vera festa del Ringraziamento americana. La tradizione vuole che il giorno del Thanksgiving, un po’ come per noi avviene a Natale, le famiglie americane si ritrovino attorno a una tavola imbandita per mangiare e trascorrere del tempo insieme. Ma cosa si mangia nel giorno del Ringraziamento?

Portata principale della giornata è il classico tacchino al forno ripieno, servito con salse di accompagnamento e purè di patate dolci. Sebbene ogni famiglia conservi e proponga la propria ricetta, il tacchino ripieno del Ringraziamento deve essere enorme e farcito principalmente con pane, erbe aromatiche, trito di verdure per soffritto e carne (come salsiccia o prosciutto) e cotto per alcune ore al forno (clicca e acquista il ripieno per il tacchino già pronto!). Ad accompagnarlo, di norma, vengono proposte la classica salsa Gravy (fatta con il fondo di cottura del tacchino, burro e farina o amido di mais per addensare) oppure la salsa di mirtilli rossi (a base di mirtilli, arancia e sciroppo di acero).

Come contorno non possono mancare il purè di patate dolci oppure il pasticcio di zucca. Ad accompagnare tutti questi piatti ricchi c’è poi il pane di mais, a metà tra un pane e un dolce, visto che è realizzato con farina di mais, uova e zucchero ma che viene mangiato insieme al tacchino e ai contorni.

In tutto questo non possono mancare i dolci che vedono protagonisti i frutti tipici dei questa stagione in America: zucca, mele e noci pecan. La torta di zucca, fatta con una base di pasta frolla, è arricchita da una crema di zucca aromatizzata con cannella, zenzero e chiodi di garofano; mentre la pecan pie è fatta da una base di pasta frolla con all’interno un composto di noci pecan e sciroppo d’acero. Gli americani più tradizionalisti non mancano di portare in tavola una apple pie, una torta di mele con frolla sopra e sotto!

Non c’è Thanksgiving senza parata!

In tutto questo celebrare con amici e parenti attorno al tavolo, non dimentichiamoci che gli americani amano festeggiare in piazza. E quale migliore occasione se non una parata con carri e banda? Sia nelle grandi sia nelle piccole città, è infatti tradizione ricorrente onorare il Thanksgiving Day con una parata, una sfilata di carri e gonfiabili (a forma di animali) guidata dalla banda cittadina. La parata più famosa del giorno del Ringraziamento è quella di Macy’s, che si svolge a New York dal 1914.

Anche in questa occasione lo streetfood del Thanksgiving è a base di patate dolci al forno servite in cartocci con salsa rossa, apple pie o torta di zucca e perché no un buon bicchiere di sidro de mele.

thanksgiving apple pie